Mi chiedo chi nel suo profondo non sogni di avere una vita da 5 stelle, di svegliarsi la mattina e fare colazione a bordo di una piscina immersa nel verde, di aprire un armadio gigantesco pieno di vestiti bellissimi, di non avere faccende da sbrigare, ma avere qualcuno che si occupi dei suoi bisogni e come unica preoccupazione avere quella di dare un senso al tempo.

Alcune di noi magari lo negano, così per sentirsi meno sfigate, dicendo frasi del tipo ” ci pensi che brutto non avere nulla da fare” oppure “pensa che imbecille che diventi se non devi mai occuparti di un problema”.

Cazzate!

Le idee migliori nascono o per semplificare la vita e quindi avere più tempo libero, più benessere, o dai momenti di spensieratezza in cui ci si può concentrare solo sull’ascoltarsi.

Poi la società sul tema è davvero contraddittoria. Se da un lato siamo invitati ad orare et laborare, cresciamo con la favola della cicala e la formica in cui la cicala fannullona d’inverno congela dal freddo, dall’altro lato nasciamo con l’idea di provenire da un Paradiso dove tutto è perfetto, tutto è fatto a nostra misura.

D’altronde, ne è la riprova la spasmodica ricerca in vita di questo nostro paradiso perduto, per la cui perdita non riusciamo mai a sentirci definitivamente felici. Solo  per brevi o lunghi istanti ci connettiamo con quella felicità trascendentale che ci spalanca cuore e occhi, per un momento in cui percepiamo con certezza quella gioia perfetta, che quando svanisce ci lascia quella nostalgia dei lunghi arrivederci in cui sappiamo di dover percorrere una lunga strada prima di poter ritornare al punto di partenza.

L’inferno siamo noi“. La vita potrebbe essere così bella e potrebbe offrire a ciascuno ciò che desidera. Il punto è che se tutti fossero felici come potrebbe l’uomo esercitare il potere sugli altri?

L’unico modo per renderci schiavi è renderci infelici, perché da infelici qualcuno può manipolare le nostre menti, convincendoci ci sia qualcosa che ci manca, di cui abbiamo assolutamente bisogno, che solo questo qualcuno può offrirci. E così l’economia gira, il potere gira e insieme i carri della schiavitù.

E’ un po’ un’immagine comune ma io il Paradiso me lo immagino proprio così: un corridoio luminoso che riporta a casa, in cui si riacquista tutta la consapevolezza, si riesce a rivivere in completa pace la propria vita, potendone riassaporare tutti quei frammenti sparsi di gioia vissuta, e un caldo abbraccio che ti dice ” bentornato a casa”.

Per questo motivo non mi lascio convincere dall’idea che sia giusto sacrificarsi, che il mondo (inteso come società) vada preso così com’è senza sprecare la propria vita a ribellarsi, che sia giusto accontentarsi.

No.. Io non mi accontento. Io sogno in grande. Non importa quante volte cadrò mentre proverò a volare, ma rialzandomi cercherò sempre la strada che mi ricondurrà a quel Paradiso perduto.

Non si tratta di borse, scarpe, piscine, casa, aerei, viaggi.. Tutto questo è solo una parte della bellezza, che da sola però appassisce e perde di significato.

Si tratta di avere il coraggio,  come Cenerentola, di sentirsi all’altezza dei propri sogni e provare a realizzarli, senza lasciarsi convincere da quelle persone che derideranno il nostro “abito”.

Si diventa nobili di spada o di toga.

Il coraggio di combattere, per non accontentarsi della mediocrità, vale come la ricchezza ereditaria accumulata, e  anche di più.

Non si tratta di essere umili o non. Si tratta di esigere il diritto di essere felici, senza chiedersi se è nelle nostre possibilità.

Tutto è nelle nostre possibilità,  se solo lo vogliamo.

 

Annunci

Sento di essere veramente me stessa solo quando mi spoglio della responsabilità di esserlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: