Ad amare ciò che è bello, armonico, siamo un po’ tutti capaci.

Il piacere è soggettivo certo, ma c’è una sorta di oggettività nel reputare alcune cose più piacevoli di altre. Un bel bagno rinfrescante quando fa caldissimo, una zuppa calda quando fuori fa freddo, un prato pieno di fiori colorati. Insomma ci sono delle cose che almeno la maggior parte delle persone ritiene oggettivamente gradevoli.

Poi invece c’è l’amore.

L’amore è strano, si nutre dell’unicità, delle emozioni, della fantasia.

Tutti ci sforziamo tanto di renderci amabili cercando di essere il più simili possibili agli altri, agli stereotipi della perfezione, eppure ciò che invece ci rende davvero amabili è la nostra diversità dagli altri.

Mi viene in mente un film bellissimo “The giver” in cui il mondo diventa tutto in bianco e nero e l’unica distinzione fra gli abitanti di questo mondo è il loro grado di bravura, che poi implica la loro futura posizione lavorativa.  E’ un po’ la classica distopia sul nostro futuro, in cui diventiamo sempre più simili a dei robot perdendo la nostra umanità.

Ma il finale, che non voglio  spoilerare, merita la visione del film, perché ci spinge davvero a riflettere su quali sono le cose che rendono uomini e donne davvero felici e  danno il coraggio di andare avanti.

Quando siamo infelici con qualcuno, è perché ci sforziamo di essere il più possibile interessanti, forti, piacevoli, belli, intelligenti.

Una fatica terribile per nascondere, reprimere, mascherare ciò che ci rende unici, per la folle e disperata paura di non essere amati per quello che siamo.

Non tutti ci ameranno e apprezzeranno, non tutti amano le patatine fritte, non tutti amano Van Gogh, non tutti amano ballare. Ma ci pensate se tutti i pittori dipingessero lo stesso soggetto nello stesso modo, se i cibi avessero tutti lo stesso sapore, se tutti fossimo costretti a fare le stesse cose.

Che tipo di mondo sarebbe?

omologazione

Non tutti ameranno quello che siamo, possiamo esigere e anzi dobbiamo esigere il rispetto, ma l’amore lo avremo da qualcuno che è felice perché siamo esattamente ciò che siamo e rende anche noi felici di essere così.

L’unica cosa che possiamo fare per essere amati è non nascondere ciò che siamo ma anzi esserne fieri e amarlo noi per primi.

La vera bruttezza di questo mondo deriva da chi vuole cancellare il nostro essere fragili e umani, cancellandolo in prima persona su sé stesso.

Annunci

Sento di essere veramente me stessa solo quando mi spoglio della responsabilità di esserlo

2 Comment on “Ama le mie imperfezioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: