La comparsa dell’uomo risale a circa 200.000 anni fa e mentre la maggior parte degli abitanti della terra si estingue, l’uomo sembra avere sempre più il pieno dominio della terra che abita. Questo è stato possibile grazie al suo innato spirito di adattamento, quell’istinto di sopravvivenza che lo porta ad abituarsi alla vita in qualunque clima, in qualunque contesto sociale, in qualunque pericolo.

Mi sorprende, ad esempio, come sia possibile affrontare un trasloco, quando tutto sembra nel caos più totale e le forze non sembrano essere sufficienti per tutto quel lavoro. Eppure, una volta stabiliti nella nuova dimora, piano piano tutto trova un proprio ordine, ci si abitua alla nuova routine e il caos è soltanto un lontano ricordo.

Ci sono cose ben più difficili a cui l’uomo sorprendentemente è in grado di abituarsi, la perdita della famiglia, degli amici, la perdita dell’amore della vita, la perdita degli arti, della capacità motoria e l’elenco potrebbe proseguire ancora a lungo..

Insomma quando qualcuno ci dice “andrà tutto a posto” non sta mentendo, è davvero così.

Ad un certo punto dal caos piano piano le cose diventano più lineari, fino a che un giorno tutto sembra aver trovato il proprio ordine.

Non per tutte le cose ci vuole lo stesso tempo e non tutte le persone hanno la voglia di aspettare che il caos passi, ma è certo che l’uomo ha la capacità per ricostruire un ambiente familiare in qualunque posto, fosse anche nella sua fantasia.

Questo, però, non è ciò che ha permesso ad una specie di scimmia di riuscire a volare, persino di andare nello spazio.

C’è nell’uomo quella scintilla della creazione che quando tutto sembra fermo e stabile accende un’idea, quell’idea diventa un progetto, e quel progetto nella migliore delle ipotesi diventa realtà.

Ci sono stati uomini che, forse mentre provavano a mettere ordine nel caos che li circondava, si sono rifiutati di accettare la realtà circostante, e hanno deciso di provare a rivoluzionare la loro vita.

Quell’idea si è insinuata nella loro mente aprendo nuovi scenari, nuove soluzioni, e non sono riusciti a liberarsene se non assecondandola.

Ci sono delle propensioni personali, come in tutte le cose. C’è chi è portato per la matematica, chi per l’italiano, e poi c’è quello che destreggia entrambe.

Il punto è sapere quando lasciare il timone all’ordine e quando invece affidarlo al caos.

Ci sono persone, come me, che di norma preferiscono vivere nel caos creativo, perché nell’incertezza, nelle battaglie da affrontare, nei pericoli da schivare, trovano un senso a quel tumulto che hanno nel cuore, a quel bisogno di fare qualcosa di importante..

caos-creativo-by-sami-garra

Sono quelle persone che sono terrorizzate dalla normalità, dagli schemi, dalle regole, perché tutto quel caos che hanno dentro non riesce ad entrarci, ne resta sempre qualcosa fuori che manda tutto all’aria, che non le fa mai apparire come le persone ordinarie e composte che a volte vorrebbero essere..

E poi ci sono quelle persone che sembrano nate per ordinare ogni cosa, per dare una catalogazione anche al più piccolo oggetto. Hanno un’agenda, tantissimi post-it, un organizer per le mutande, uno per i calzini, orari, schemi, regole ferree.10-soluzioni-che-i-maniaci-dell-ordine-adoreranno

Sono persone che non hanno idea di cosa sia l’imprevisto, che detestano le persone che non hanno tutto sotto controllo, che tendono spesso ad avere un giudizio per ogni cosa, perché questo fa parte del loro modo di dare un ordine a tutto.

Da buona disordinata, che a fatica è riuscita a darsi delle regole per non impazzire in questo mondo di orari e complicazioni, preferirei difendere semplicemente la mia categoria. Ma per evitare di bruciare centinaia di macchine del caffè, di dare fuoco a casa, di perdere l’ennesimo mazzo di chiavi, è stato necessario cedere a qualche trucchetto dei maniaci dell’ordine, come ad esempio l’avere un’agenda, anche se molto disordinata, usare i post-it senza un vero e proprio criterio e tenere il conto di tutte le cose che dovrei fare anche se non le faccio.

A volte questo mi fa sentire un po’ espropriata di me stessa e talmente stanca da non riuscire più a cavalcare l’onda del mio caos interiore, così progetto il sabotaggio di tutti i miei impegni per sentirmi di nuovo finalmente libera.

La verità è però che nella vita non si può fare a meno dell’ordine, e che a volte questo ci dà anche la sensazione di essere liberi, di esserci meritati davvero il nostro riposo, di essere protetti, di essere capaci di rialzarci.

Mi piacerebbe vivere in una tenda e guardare ogni notte le stelle, correre con i lupi, assecondare solo i miei bisogni. Ma poi penso al freddo, ai pericoli, alle malattie, al bisogno di sentirmi pulita e profumata e mi chiedo se sarei mai in grado di rinunciare a tutto questo.

Questa è stata la grande astuzia dell’uomo.. quella di capire che dopo OGGI  c’è un DOMANI e che questo domani necessita di una protezione che è garantita dall’ordine.

Ciò non significa abbandonare il nostro spirito libero, nomade, caotico che resterà comunque lì con noi, pronto ad abbandonare tutto qualora fosse necessario, pronto a darci quell’emozione inaspettata, quell’idea folle e buttarsi nel caos prima di ritrovare un luogo in cui mettere ordine.

Pare che queste due facoltà si trovino in due aree distinte del cervello, proprio a voler rimarcare come siano entrambe necessarie.Brain hemispheres sketch

Bisogna che entrambe le nostre parti lavorino per costruire il futuro, perché gli opposti non si escludono, ma si completano.

 

 

Annunci

Sento di essere veramente me stessa solo quando mi spoglio della responsabilità di esserlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: