Dell’amore si parla, troppo spesso, in un modo che lo rende un sentimento svilito e degradato a quel semplice e naturale istinto riproduttivo.

Nessuno è rimasto esente dall’aver provato quello stato di inebriamento creato da particolari odori, espressioni, movenze che abbattono la capacità di controllare i propri sentimenti. Nulla di male in questo.. La vita è anche natura ed istinto. Ma i secoli di civilizzazione dovrebbero essere serviti a distinguere quelli che sono gli istinti naturali dai desideri profondi, figli della nostra capacità di riflettere sulle cose. Se così non fosse il mondo cadrebbe totalmente nel caos, molto più di quanto non lo sia oggi. Per un po’ di paura ci aggrediremmo, in preda alla rabbia distruggeremo le cose a noi più care, le violenze sessuali avrebbero dei numeri impensabili e così via..

La ragione serve proprio a darci un’idea collettiva di quello che può far raggiungere la felicità e l’armonia e ciò che invece porta al caos e all’infelicità (fortunatamente questa idea si modifica e migliora con l’evolversi della società).

Sessant’anni fa l’amore in Italia era unicamente eterosessuale e prevedeva come unica trama l’uomo carismatico, solido, senza fragilità e pienamente controllante; la donna fragile, sorridente, accondiscendente, paziente, amorevole, materna. Fortunatamente per le donne la storia è cambiata.

Oggi l’uomo può essere fragile ed empatizzare le emozioni della donna amata piuttosto che pensare sia isterica, può stimare la sua forza e capacità decisionale, può essere paziente e far trovare la cena pronta, ed infine ma non meno importante può avere un istinto genitoriale molto più forte di lei.

Ma questa idea di amore maschilista, per quanto nei suoi eccessi sia da tutti rifiutata, nelle sue ramificazioni è l’idea che molte donne ed uomini hanno dell’amore. Per cui, quando una donna appare più forte dell’uomo che le sta a fianco, quando è lui ad occuparsi delle sue esigenze o se è lui quello che appare più affettuoso, allora sembra, senza alcun dubbio, che questo non possa essere considerato amore.

L’amore è tutt’altro che una romantica trama da film. L’amore è fatto di piccole emozioni, di equilibri faticosi, di scontri e incontri. L’amore non è mancanza, quella è la dipendenza. L’amore spesso è una sicurezza che, a volte, può anche spaventare.

Le liti, infatti, servono a rompere questa sicurezza per poi riconfermarla. I confronti, le discussioni sono la linfa dell’amore, non la spia d’allarme…

L’amore è davvero una cosa complicata che non può essere ridotta ad una sensazione istintiva, ed ogni tipo di amore è diverso dall’altro come ogni persona è diversa dall’altra.

L’amore è un incontro fra due persone che piano piano riescono a manifestarsi per quello che sono spogliandosi della paura. È riuscire a donarsi ed accettare il dono dell’altro.

È tante altre cose che ancora devo capire.. Ma di certo sono convinta di una cosa..

L’amore non sono le farfalle nello stomaco, l’iper eccitazione, il dolore per la mancanza, la dipendenza.. Tutt’ al più questa è una fase che le coppie con una relazione sana, fortunatamente, superano, tornando libere dal dominio degli istinti.

Crescere insieme, trovare un equilibrio, costruire un progetto di vita insieme (che sia anche un progetto di libertà totale) è il modo per amarsi in modo più profondo, ma soprattutto sincero.

Annunci

Sento di essere veramente me stessa solo quando mi spoglio della responsabilità di esserlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: